Che cos’è il BIM?

Che cos’è il BIM?

e cosa non è.

Tralasciando il significato dell’acronimo B.I.M. (Building Information Modeling) e alle diverse interpretazioni che si è soliti dare, vediamo per brevi punti cosa il BIM è o non è.

Che cosa è il BIM? e cosa non è! Chiariamoci le idee.

Non è solo un Modello 3D

Una delle convinzioni più diffuse è che il BIM sia solo un modello 3D di un edificio. Il BIM integra le geometria CAD con informazioni non grafiche. La geometria diventa una “Componente Intelligente” del modello unica e in relazione con le altre componenti: una finestra non può esistere se non è presente un muro che la ospiti e un muro non può esiste se non esiste un livello su cui poggiarlo.

E’ un Prototipo Digitale

A dispetto di altri settori, quali per esempio quello meccanico, il mondo delle costruzioni non consente la creazione di un Prototipo reale in quanto lo stesso “costruito” è il Prototipo. Il BIM sopperisce a questa mancanza consentendoci di creare un Prototipo Digitale dove quanto più dettagliare sono saranno le informazioni fornite, quanto più attendibili saranno le analisi (fisiche, termiche, etc. ) o simulazioni che si potranno trarre.

Non è un solo un Software

Confondere il BIM con un software è errore abbastanza diffuso almeno quanto confondere Revit con il BIM.

Il BIM non è solo un software ma un modo di lavorare che implica oltre a specifici software quali Revit detti anche Software di Model Authoring, anche nuove competenze e flussi di lavoro diversi rispetto ai tradizionali.

Non è (Auto)CAD

Sebbene il BIM sotto certi aspetti può considerarsi l’evoluzione del CAD, non è da intendersi come un semplice “aggiornamento” software o passaggio a un nuovo software. Il BIM richiede un nuovo modo di lavorare basato su nuovi software diversi dai tradizionali software CAD.

E’ un’Area di Lavoro Condivisa

Il BIM è un’ Area di Lavoro Condivisa alla quale accedono i diversi attori del processo costruttivo: dal Committente ai Progettisti, dalle Imprese Esecutrici a quelle destinate alla Manutenzione.

Che cosa è il BIM? e cosa non è! Chiariamoci le idee.

E’ un Archivio di Dati (database)

Lavorare secondo un flusso di lavoro BIM implica la capacità di archiviare le informazioni relative alle singole componenti del modello BIM in modo sistematico e in funzione del fine ultimo per il quale il modello BIM dovrà essere impiegato: un modello BIM destinato alla manutenzione degli impianti antincendio dovrà contenere informazioni diverse rispetto a un modello che verrà utilizzato per lo studio dell’irraggiamento solare.

Che cosa è il BIM? e cosa non è! Chiariamoci le idee.

E’ Gestione le Fasi di Costruzione (BIM 4D).

Le componenti del modello possono contente informazioni relative alla Fase in cui vengono creati o eventualmente demolite, consentendoci di creare dei raffronti (Comparativa) tra demolito (Stato di Fatto) e costruito (Stato di Progetto), nonché gestire tutte le fasi intermedie del cantiere o WBS (Work Breakdown Structure) o un Cronoprogramma dei Lavori.

E’ uno Strumento che tiene traccia delle Varianti di Progetto

Gli oggetti possono essere classificati in modo da appartenere a una specifica Variante in modo da consentirci di scegliere la Soluzione ottimale in fase preliminare o tenere traccia delle cambiamenti in fase esecutiva.

Che cosa è il BIM? e cosa non è! Chiariamoci le idee.

E’ Verifica delle Interferenze Geometriche (Clash Detection)

Come in documento di testo, il correttore automatico ci aiuta a revisionare il testo e ad apportare eventuali correzioni, la clash detection o verifica delle interferenze in un modello BIM, ci consente di verificare le interferenze geometriche tra i componenti del nostro modello BIM ed evitare imprevisti in fase esecutiva.

E’ Gestione dei Costi di Costruzione (BIM 5D)

Ogni Componete può contenere informazioni relative al costo di costruzione per consentirci in modo agevole e immediato Computi o Abachi

E’ Gestione delle Prestazioni Energetiche dell’Edificio (BIM 6D)

Le informazioni assegnate alle Componenti del modello BIM posso consentirci di sviluppare stime energetiche complete e accurate per scelte progettuali più ponderate ed efficienti.

E’ Gestione della Manutenzione (BIM 7D)

Il modello BIM in quanto Gemello Digitale dell’edificio può essere impiegato per la gestione operativa e per la manutenzione dell’edificio e delle sue componenti per tutto il ciclo di vita. Il BIM consente di estrarre e tenere traccia dei dati relativi alle attività, lo stato dei componenti, le specifiche, i manuali di manutenzione / installazione / gestione, le garanzie ecc.

E’ Analisi Multidisciplinare

Il modello BIM, in quanto Prototipo Digitale ci consente di sviluppare svariate analisi tra le quali:

  • analisi delle aree
  • analisi dei percorsi
  • analisi dei sistemi di riscaldamento, ventilazione e aria condizionata
  • analisi analitica strutturale
  • studio della luce solare
Che cosa è il BIM? e cosa non è! Chiariamoci le idee.

E’ vedere quello che sarà ma che ancora non è.

BIM è anche rendering o restituzione fotorealistica per una visualizzazione virtuale di ciò che sarà.

E’ tanto altro ancora.

Il BIM è tanto altro ancora. Se desideri approfondire ulteriormente, non perderti la registrazione gratuita dell’Episodio n°0 del BIM Talk, tenutosi in diretta web per l’Ordine degli Architetti di Napoli lezione, su iniziativa della Commissione BIM.

Laureato in architettura presso la Facoltà degli Studi di Firenze, ho da sempre nutrito una grande passione per l’informatica: il mio primo PC è stato un Commodore 64! Passione più competenze acquisite nel mio corso di studio, mi hanno portato a approfondire la mie conoscenze per i software CAD dapprima e BIM ora, diventando Istruttore Certificato Autodesk, docente esperto nella formazione in diretta web nonché consulente per studi e aziende. In oltre 15 anni, ho avuto il piacere di formare persone su AutoCAD, AutoCAD Map, AutoCAD Raster Design, AutoCAD Architecture ed oggi Revit Architecture. Sportivo, amante del vino e della buona cucina, soprattutto se condiviso con ottimi amici. Il mio motto? “Gli esami non finiscono mai” (cit. E. De Filippo)